INFOPATENTI

INFOPATENTI: Patente italiana per stranieri

Patente italiana per stranieri, Tutte le informazioni di base su patenti di guida, attestati e certificati. Per notizie aggiornate e personalizzate vai sempre nella tua Autoscuola SIDA di fiducia!

GUIDA ACCOMPAGNATA : Patente italiana per stranieri

Patente italiana per stranieri, Stabilita con Decreto del Ministero dei Trasporti n.213 dell’11/11/2011 e riportata nell’art.115 commi dal 1bis al 1 septies del Codice della Strada, la guida accompagnata rappresenta la possibilità dei ragazzi titolari di patente A1 di almeno 17 anni di iniziare a guidare l’automobile prima del compimento dei 18 anni di età.
Il sistema è stato ereditato dalla Francia, dove si chiama “conduite encadrée”. Oltralpe ha già dimostrato di avere una sua ragion d’essere: le assicurazioni propongono ad esempio premi più bassi a chi ha preso la patente seguendo questo percorso, in quanto permette di acquisire uno stile di guida più prudente e sicuro.

Come funziona la guida accompagnata?
Dopo avere fatto un minimo di 10 ore di pratica in autoscuola, i ragazzi titolari di patente A1 di almeno 17 anni possono scegliere – in accordo con i genitori o tutori – fino a un massimo di 3 accompagnatori e cominciare a guidare con loro fino a quando non diventano maggiorenni.
Al compimento dei 18 anni procederanno con la normale richiesta di foglio rosa per conseguire la patente B; solo dopo averla conseguita avranno la possibilità di guidare da soli, senza accompagnatori.

Per procedere alla richiesta della guida accompagnata occorrono 3 passi:

1° passo ISTANZA PER RICHIEDERE L’AUTORIZZAZIONE ALLA GUIDA ACCOMPAGNATA: Patente italiana per stranieri

Il richiedente deve avere compiuto 17 anni ed essere titolare di patente A1 valida (senza sospensioni, ecc.). L’autoscuola presenta all’UMC a nome e per conto del candidato l’istanza per richiedere l’autorizzazione alla guida accompagnata firmata dal genitore o tutore, allegando: 1 bollettino cc 9001; 2 bollettini cc 4028; la dichiarazione di essere genitore o tutore legale; l’eventuale certificato medico in caso di richiedente con handicap.
L’UMC rilascia la ricevuta di presentazione dell’istanza che permette al minore di iscriversi al corso di formazione propedeutica alla guida.
La ricevuta ha naturale scadenza al compimento del 18esimo anno di età o alla scadenza della patente di guida. Se viene rinnovata la patente è possibile richiedere un duplicato aggiornato della ricevuta. Il titolare è annotato nell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida e se commette violazioni che prevedono la sospensione o la revoca (art. 218 o 219 CDS) viene cancellato senza poter ripresentare una nuova istanza.

2° passo CORSO DI FORMAZIONE PROPEDEUTICO ALLA GUIDA: Patente italiana per stranieri

Il corso di formazione prevede almeno 10 ore di guida. Le guide devono essere individuali e non possono durare più di 2 ore giornaliere. La partenza e l’arrivo devono essere presso la sede dell’autoscuola o del CIA (Centro Istruzione Automobilistico). Le lezioni di guida devono essere certificate mediante un apposito libretto delle lezioni di guida. Alla fine del corso, l’autoscuola rilascia l’attestato di frequenza e gli originali del libretto delle lezioni di guida. Per ogni guida deve esistere un foglio del libretto (duplice copia e ricalco) con la firma dell’istruttore e dell’allievo: gli originali dei fogli vanno consegnati all’UMC, mentre la copia va conservata in autoscuola per 5 anni.3° passo RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE PROVVISORIA ALLA GUIDA : Patente italiana per stranieri

All’UMC va presentato: l’attestato di frequenza e i fogli del libretto di guida e il modulo con i nomi degli accompagnatori (3 al massimo – si possono sostituire attraverso una richiesta specifica). L’UMC rilascia l’autorizzazione provvisoria alla guida che permette ai minori di guidare accompagnati. L’istruttore può continuare ad accompagnare il minore nella guida sulla vettura dell’autoscuola senza segnare il proprio nome nel modulo degli accompagnatori: è sufficiente che compaia nel registro di iscrizione (art. 5 DM 213/2011). Gli accompagnatori invece devono avere non più di 65 anni, essere titolari di patente B o superiore da almeno 10 anni e non aver subito sospensioni della patente di guida negli ultimi 5 anni.
E’ importante che nella parte anteriore e posteriore del veicolo utilizzato dal minore compaia il contrassegno GA. Il minore inoltre può guidare a fianco dell’accompagnatore designato esclusivamente veicoli che rispettano le limitazioni previste dall’art. 117 CdS e senza passeggeri. Patente italiana per stranieri

Il programma del corso di formazione propedeutico alla guida accompagnata è il seguente:

Patente italiana per stranieri

Modulo Ore Obiettivi Esercitazioni
A 1 ora Uso del veicolo Partenza, uso della frizione, uso del volante, frenata, inserimento e disinserimento delle marce, retromarcia.
B 3 ore Comportamento nel traffico Posizione sulla carreggiata, svolta a destra, svolta a sinistra, circolare in strade strette, effettuare partenze in salita con freno a mano e senza freno a mano, comportamento agli incroci regolati e non da segnaletica verticale, regolati da impianti semaforici, incroci con circolazione rotatoria, il controllo della precedenza agli incroci con diritto e non di precedenza, valutazione della distanza di sicurezza, parcheggi, inversioni di marcia.
C 2 ore La guida in condizioni di visione notturna Circolare in strade urbane strette e larghe, con veicoli parcheggiati ai lati e non, affrontando incroci regolati da segnaletica verticale e da impianti semaforici.
D 2 ore Guida su strade extraurbane Circolare su strade di scorrimento, o su strade extraurbane secondarie, superando la velocità di 50 km/h, inserire la 5^ marcia e adeguare le marce alla velocità, utilizzando il veicolo ed il motore a regime di coppia massima consumando e inquinando il minimo possibile.
E 2 ore Guida su autostrade o su strade extraurbane Circolare su autostrade o su strade extraurbane principali o su strade extraurbane secondarie, effettuare una immissione in corsia di accelerazione, un ingresso in autostrada o su strade extraurbane principali o su strade extraurbane secondarie, circolare in corsia di marcia, effettuare almeno un sorpasso in corsia di sorpasso, circolare in una corsia di decelerazione, uscire percorrendo la corsia di decelerazione.

Se si richiede di conseguire la patente entro 6 mesi dal compimento della maggior età, delle 10 ore di pratica fatte per la guida accompagnata ne vengono tenute valide 6 per il conseguimento della patente B (Moduli C, D ed E), dunque non occorre ripeterle prima di presentarsi alla prova pratica.
Riferimenti di legge: Circolare – 19/04/2012 – Prot. n. 10959 – Rilascio autorizzazione per guida accompagnata: Patente italiana per stranieri

Vuoi conseguire la patente per GUIDA ACCOMPAGNATA? VAi in un’Autoscuola SIDA, quella col fiore colorato in vetrina!

NEOPATENTATI

Patente italiana per stranieri
16 to 18 year old boy just received his driver license

 

Le patenti di guida di categoria A2, A, B1 e B, prevedono limitazioni di velocità e di guida per i primi anni dalla data di superamento dell’esame.

Un neopatentato è chi ha conseguito la patente A2, A, B1 o B da meno di 3 anni.
Il titolare di patente C, pur avendo conseguito la B da meno di tre anni, non è  considerato neopatentato.

Limiti di velocità
I neopatentati non possono superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle strade extraurbane principali (art. 117 Codice della strada) per i primi 3 anni dalla data di conseguimento della patente.

Punti
Al neopatentato che commette infrazioni che comportano la decurtazione punti saranno sottratti un numero di punti doppio. Es: la guida con cellulare prevede la decurtazione di 5 punti; al neopatentato ne saranno decurtati 10 (5×2=10)
Ciò accade per i primi 3 anni dalla data di conseguimento della patente.

Se per gli stessi 3 anni il neopatentato non commette alcuna infrazione per cui è prevista la decurtazione del punteggio, allora gli viene attribuito 1 punto all’anno fino ad un massimo di 3.

Limiti di guida
Ai titolari di patente di guida di categoria B conseguita dopo il 9 febbraio 2011, per il primo anno dal rilascio non è consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica (riferita alla tara) superiore a 55 kW/t. Nel caso di veicoli di categoria M1 (cioè le classiche autovetture) si applica un ulteriore limite di potenza massima di 70 kW.

A chi sono applicabili i limiti dei neopatentati
Le limitazioni dei neopatentati valgono dal conseguimento della patente:

  • in caso di nuova patente italiana
  • in caso di nuova patente rilasciata a seguito di revoca della precedente (tranne se la revoca è avvenuta come sanzione accessoria)
  • per gli stranieri che hanno convertito la loro patente
  • per i militari che hanno convertito la loro patente.

Ad esempio, un conducente russo (o di qualsiasi Paese extra UE) residente in Italia, dopo un anno di residenza, deve convertire la patente in italiana. Nel momento in cui gli viene rilasciata la nuova patente italiana, è considerato anche lui un neopatentato e come tale deve rispettare sia i limiti di guida che i limiti di velocità contenuti nell’art. 117 del CDS. Patente italiana per stranieri

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA O SOTTO STUPEFACENTI

Secondo l’Art.186 del Codice della strada “E’ vietato guidare in stato di ebbrezza in conseguenza dell’uso di bevande alcoliche”.

La legge punisce chi infrange questo divieto e le sanzioni dipendono dal tasso alcoolemico nel sangue.

Se hai la patente da meno di 3 anni o se hai meno di 21 anni NON puoi guidare se hai bevuto.

Se hai conseguito la patente da più di 3 anni, lo 0.5 è il limite massimo del tasso alcoolemico che può essere presente nel tuo sangue se sei alla guida di auto e moto.

Se il tasso alcoolemico è maggiore di 0.5 ma non supera lo 0.8 incorri nel pagamento di una sanzione che va dai 543 € ai 2.108 € e ti verrà sospesa la patente da 3 a 6 mesi.

Se il tuo tasso alcoolemico è tra 0,81 e 1,5 la sanzione è di 800 euro e la sospensione della patente va da un minimo 6 mesi a un massimo di 1 anno.

Se il tuo tasso alcoolemico è superiore a 1,5 incorri nel penale: la multa è di minimo 1500 euro, la sospensione della patente va da 1 a 2 anni, ti viene confiscato il veicolo e devi apparire davanti ad un giudice. La patente ti viene invece revocata in caso di recidiva nel corso di un biennio.

Nel caso di guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope, invece, è prevista una sospensione della patente da 1 a 2 anni e revoca della patente in caso di recidiva nel corso di un biennio.

E’ prevista la sospensione della patente da 6 mesi a 2 anni nel caso che il conducente si rifiuti di sottoporsi agli accertamenti per la verifica dello stato di ebbrezza o dell’assunzione di sostanze stupefacenti. Patente italiana per stranieri

Patente italiana per stranieri

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Open chat
Ciao benvenuto, come possiamo aiutarti oggi?